Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni

Musei, gallerie nella provincia di Ferrara

Ferrara

Centro di Documentazione del Mondo Agricolo Ferrarese

L'istituzione museale è stata costituita all'inizio degli anni '80 con l'intento di offrire una documentazione sul lavoro e la vita rurale dalla fine dell'800 alla prima metà del Novecento.

MEIS Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah

Al Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah è aperta al pubblico la mostra permanente “Ebrei, una storia italiana”, con una tariffa speciale e in omaggio a tutti i visitatori che acquisteranno il biglietto un volume. Attraverso opere d’arte, oggetti, video multimediali e riproduzioni, il percorso conduce alla scoperta della storia degli ebrei in Italia dall’epoca dell’antica Roma al Rinascimento.

Museo Anatomico “Giovanni Tumiati”

ll Museo Anatomico “Giovanni Tumiati” dell’Università degli Studi di Ferrara è ospitato presso i locali della Sezione di Anatomia Umana del Dipartimento di Morfologia, Chirurgia e Medicina Sperimentale.

Museo Archeologico Nazionale

Il Museo Archeologico riapre al pubblico martedì 14 luglio 2020.

Museo Civico Lapidario

Il museo, che ha sede nella ex Chiesa di Santa Libera, contiene un'interessante collezione di marmi romani provenienti dal territorio ferrarese.

Museo d'Arte Moderna e Contemporanea "Filippo De Pisis"

TEMPORANEAMENTE CHIUSO PER LAVORI DI RESTAURO. Intitolato al celebre pittore ferrarese Filippo de Pisis, il Museo rappresenta la raccolta pubblica più ampia e importante dei suoi lavori con oltre 200 tra dipinti e opere su carta di straordinaria qualità, grazie anche alla donazione alla città della collezione di Manlio e Franca Malabotta.

Museo del Castello Estense di Ferrara

A seguito del nuovo decreto del Governo DPCM del 1° aprile 2020, il Castello Estense rimarrà chiuso al pubblico fino a data da destinarsi

Museo del Risorgimento e della Resistenza

Il Museo del Risorgimento e della Resistenza rimarrà chiuso al pubblico fino a data da destinarsi per trasferimento sede

Museo dell'Ottocento

TEMPORANEAMENTE CHIUSO PER LAVORI DI RESTAURO. Dedicato all'evoluzione delle arti a Ferrara nel corso del diciannovesimo secolo attraverso una selezione di dipinti e sculture dei suoi più significativi interpreti.

Museo della Cattedrale

Il Museo della Cattedrale è aperto al pubblico. L'ingresso è contingentato ed è consentito ad un massimo di 10 persone ogni 20 minuti. La prenotazione è fortemente consigliata.

Museo di Casa Romei

Casa Romei rimarrà chiusa al pubblico fino a data da destinarsi.

Museo di Palazzo Schifanoia

Palazzo Schifanoia ha riaperto in tutto il suo splendore. Dell’antica delizia estense sono visitabili le tre stanze principali: il Salone dei Mesi (con una nuova ed appositamente studiata illuminazione), la Sala delle Virtù e la Sala delle Imprese, ovvero gli appartamenti di Borso d’Este.

Museo di Paleontologia e Preistoria “Piero Leonardi”

CHIUSO PER LAVORI DI RESTAURO. L'origine del Museo di Paleontologia e Preistoria “Piero Leonardi” dell'Università degli Studi di Ferrara risale al 1964, anno in cui l'allora Istituto di Geologia e Mineralogia si trasferì nel Palazzo Turchi di Bagno, sede attuale del Museo

Museo di Storia Naturale

Il Museo di Storia Naturale rimarrà chiuso al pubblico fino a data da destinarsi. Nell'ambito della campagna #LACULTURANONSIFERMA scopri i contenuti online.

Museo Giovanni Boldini

TEMPORANEAMENTE CHIUSO PER LAVORI DI RESTAURO.

Museo Palazzina Marfisa d'Este

A seguito del nuovo decreto del Governo DPCM del 1° aprile 2020, la palazzina Marfisa rimarrà chiusa al pubblico fino a data da destinarsi

Museo Riminaldi

Il Palazzo Bonacossi rimarrà chiuso al pubblico fino a data da destinarsi.

Palazzo Costabili

Il palazzo, erroneamente attribuito al duca di Milano, appartenne in realtà ad Antonio Costabili, segretario di Ludovico il Moro e personalità di spicco della corte del Duca Ercole I.

Pinacoteca Nazionale

La Pinacoteca ha riaperto regolarmente al pubblico negli orari consueti. Il numero dei visitatori per sala è contingentato e una segnaletica apposita indica ai visitatori le distanze di sicurezza da mantenere

Sinagoghe

CHIUSE PER RESTAURI. La presenza ebraica a Ferrara data almeno dal XII secolo e, grazie alla tolleranza religiosa praticata dagli Estensi, la comunità divenne sempre più numerosa, accogliendo gruppi di Ashkenaziti in fuga dai territori dell’impero e, più tardi, di Sefarditi cacciati da Spagna e Portogallo.

ultima modifica 07/11/2013 12:47
Chiudi menu
Informazioni turistiche