Sezioni

Girolamo Da Carpi

Girolamo Sellari, erroneamente detto ‘Girolamo da Carpi’ (1501-1556), pittore e architetto ferrarese, ricevette la sua prima educazione artistica nella città natale, nella bottega del Garofalo, da cui assimilò il classicismo di derivazione raffaellesca.
Girolamo Da Carpi

Nella sua formazione pittorica entrarono poi gli influssi di Parmigianino, Dosso Dossi e Lorenzo Costa. Molto importanti furono i viaggi giovanili a Bologna e, soprattutto, a Roma, dove si formò in campo architettonico, ispirandosi principalmente a Baldassarre Peruzzi e a Giulio Romano.
Ritornato a Ferrara, collaborò spesso con Dosso Dossi e lavorò per la corte e l’aristocrazia. Numerosi i palazzi ascrittigli, oltre ai definitivi lavori di trasformazione del Castello in residenza ducale. Gli furono affidati anche incarichi di scenografia teatrale.
Mantenne sempre contatti con l’ambiente romano e nel 1550 divenne architetto di papa Giulio II, supervisionando i lavori di trasformazione della Villa del Belvedere.
Per il cardinale Ippolito II d’Este il Carpi lavorò a Tivoli, dirigendo gli scavi della Villa Adriana e disegnando i fantastici giardini della villa costruita per l’alto prelato.
La maggior parte del suo lavoro fu comunque legata a Ferrara, dove rientrò nel 1553, morendovi tre anni dopo.

Luoghi dell'autore

Ferrara - Casa di Ludovico Ariosto, via Ariosto 67
La tradizione attribuisce al Carpi il progetto della casa.

Ferrara - Castello Estense
Il duca Ercole II gli affidò i lavori che, a metà Cinquecento, diedero all’edificio il suo caratteristico aspetto.

Ferrara - Chiesa di San Francesco, Piazza San Francesco
Sono del Carpi alcuni ritratti di santi nella navata centrale.

Ferrara - Chiesa di San Paolo, Piazzetta Schiatti
Vi si conserva uno splendido San Girolamo nel transetto destro.

Ferrara - Palazzo Contughi, via Savonarola 38
L’architetto è riuscito ad ottenere un effetto di imponenza in un edificio sorto su un terreno estremamente angusto.

Ferrara - Palazzo Naselli Crispi, via Borgo dei Leoni 28
Il più bello fra i palazzi ferraresi del Carpi, coniuga la sintassi classica con i materiali locali (cotto e laterizio). Particolarmente suggestivo il cortile, visibile nei giorni feriali, durante l’apertura degli uffici che hanno sede nell’edificio. Sopra la porta d’uscita si noti la bella Madonna con Bambino dello stesso autore.

Ferrara - Palazzo Trotti (del Seminario), via Cairoli 32
Del Carpi sono la facciata e l’imponente portale marmoreo.

Ferrara - Pinacoteca Nazionale, Corso Ercole I d’Este 21
Possiede alcune opere del Carpi, fra cui il Miracolo di Casa Obizzi, Santa Caterina e una serie di tondi con ritratti di santi, eseguiti in collaborazione con il Garofalo.

Gambulaga - Delizia del Verginese
La villa, appartenuta agli Estensi e a Laura Dianti, ebbe dal Carpi il suo aspetto attuale.

Voghiera - Delizia di Belriguardo
Affreschi nella Sala delle Vigne

ultima modifica 13/10/2015 10:34
Chiudi menu
Informazioni turistiche