Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni

Casa Romei

Casa Romei riapre al pubblico sabato 12 settembre 2020. Per questa occasione il personale ed il direttore Andrea Sardo saranno a disposizione di tutti i visitatori e degli amici per informazioni, curiosità, approfondimenti e per svelare piccole sorprese e nuovi progetti.
Casa Romei
Casa Romei

Magnifico esempio di residenza signorile fra Medioevo e Rinascimento, la casa presenta un cortile d'onore particolarmente suggestivo. L'architetto, probabilmente Pietrobono Brasavola, vi usò elementi tipicamente medievali accanto ad altri pienamente rinascimentali. 

Casa Romei fu costruita dal mercante Giovanni Romei circa alla metà del XV secolo e fu ingrandita e abbellita in occasione delle sue nozze con Polissena d'Este.
Il cortile dai modi tardogotici e le decorazioni fiorite, la Sala delle Sibille e dei Profeti, i soffitti lignei e le volte affrescate e l’"Alcova"; costituiscono un corpus artistico unico a Ferrara.
Posteriori le grottesche che ornano le Sale al primo piano (XVI secolo), quando la casa faceva parte del complesso conventuale del Corpus Domini.

Acquisita al demanio dello Stato nel 1898, Casa Romei divenne un vero e proprio Museo nel 1953, accogliendo raccolte di affreschi staccati, sculture e decorazioni provenienti da molti edifici cittadini distrutti o irrimediabilmente modificati. Al valore straordinario ed esemplare dell’architettura e dei suoi apparati si affianca pertanto l’interesse delle raccolte d’arte in essa ospitata. I nomi di importanti artisti come Donatello, Francesco Dal Cossa, Gregorio di Lorenzo, Bastianino, Alfonso Lombardi, riecheggiano nelle sale del Museo e contribuiscono ad aumentare il fascino di un sito unico ed eccezionalmente affascinante.

 

GLI INTERNI >>

Documenti correlati

Orari

Mercoledì: ore 8.30-14.00; sabato ore 14.00-19.30 il Museo è aperto completamente. Per la visita alle sale del piano nobile è fortemente consigliata la prenotazione:  tel. 0532.234130- email: drm-ero.casaromei-fe@beniculturali.it.

Da domenica a martedì (8.30-14.00) e giovedì e venerdì (14.00-19.00), il museo è aperto limitatamente al Cortile d’Onore, i loggiati del primo piano, la Sala delle Sibille e quella dei Profeti, senza necessità di prenotazione preventiva.


La biglietteria chiude mezz'ora prima del museo.

Chiuso nei giorni 1 gennaio e 25 dicembre.

Tariffe

euro 5,00 per la visita completa (mercoledì e sabato) inclusa la mostra “Il Catasto Carafa, il fascino della cartografia” prorogata fino al 31 ottobre.
euro 3,00 per la visita ridotta (lunedì, martedì, giovedì, venerdì e domenica).

INGRESSO GRATUITO per i possessori della card turistica MYFECARD
Facebook e Instagram: museodicasaromei

Gratuito

  • Fino a 18 anni

Come arrivare

A piedi: 15 minuti dal Castello Estense
In autobus: n° 1 e n° 9 dalla stazione e dal Castello Estense, fermata C.so Giovecca - Parco Pareschi (circa 200 mt).
Raggiungibile in auto.

Accessibilità
Percorso completo per persone con disabiltà motorie.

ultima modifica 12/09/2020 16:59
Chiudi menu
Informazioni turistiche