Sezioni

Delizia Estense del Verginese

Originariamente casale di campagna, il Verginese fu trasformato in residenza ducale nel primo Cinquecento da Alfonso I d’Este e donato a Laura Eustochia Dianti.
DeliziaVERGINESE.jpg
Delizia Estense del Verginese

Alla morte del Duca, la dama vi si ritirò facendone la sua piccola corte privata e ne ordinò la ristrutturazione, eseguita principalmente da Girolamo da Carpi. Questi configurò il castello come un edificio a pianta rettangolare e a due ordini, delimitato da quattro torri merlate e a pianta quadrata.

A lato è posta una piccola chiesa settecentesca, unita all'edificio tramite un portico, anch'esso della stessa epoca.

L'interno venne decorato a partire dal XVIII secolo con stucchi, fiori in stile liberty a tempera, conchiglie, rosoni, volute e spesse cornici che delineano soffitti.

La vicina torre colombaia è un residuo delle pertinenze originariamente poste intorno alla delizia e risale al XVI secolo.

Le sale del Verginese sono sede della mostra permanente Mors Inmatura. Il sepolcreto dei Fadieni che documenta la scoperta di una piccola necropoli romana a pochi passi dalla Delizia.

Oltre alle cinque stele sono esposti gli oltre 200 reperti rinvenuti nelle tombe, materiali fittili, manufatti in bronzo, finimenti di cavallo, una serie di monete e un’eccezionale raccolta di vasellame in vetro, integro e finemente lavorato, assai raro per il territorio ferrarese.

L'ANTICO BROLO

All'esterno è stato ricostruito il giardino afferente alla delizia, denominato brolo, costituito nel Rinascimento essenzialmente da fiori e da alberi da frutto, per unire il diletto dei colori e dei profumi all'utile della produzione di frutti per la mensa.
____________________________

La ex cappella del castello, direttamente comunicante ed adiacente al portico e al giardino storico, è utilizzata per la celebrazione di matrimoni civili (info tel. 0532 329050).

 

VISUALIZZA IL PDF DEL LIBRO "Il Palazzo del Verginese. Una Delizia Estense nascosta" scritto dall'Architetto Michele Russo

Orari

Sabato, domenica e festivi
10.00-12.30/15.00-18.30 (da novembre a marzo)
10.00-12.30 / 15.30-19.00 (da aprile ad ottobre)
La domenica alle 11 e alle 16.30 visita guidata gratuita compresa nel biglietto d'ingresso
Tutti i giorni: su prenotazione per gruppi e scuole.

Tariffe

Intero: Euro 3,00
Ridotto: Euro 2,00 (bambini tra i 6 e i 12 anni, over 65).

Ingresso gratuito per gli abitanti di Portomaggiore

Gratuito

  • Fino a 6 anni

Come arrivare

In auto: Raccordo Autostradale Ferrara Porto Garibaldi, uscita Masi San Giacomo, direzione Portomaggiore; a Gambulaga svoltare a sinistra su Strada Esterna Rosa e proseguire su Strada Esterna Verginese. Circa 25 km.

ultima modifica 02/10/2018 10:31
Chiudi menu
Informazioni turistiche