Sezioni

Palazzo Bonacossi

Venne edificato nel 1468 per Diotisalvi Neroni, un esule fiorentino protetto da Borso d’Este, inserito in una zona ricca di giardini e orti fra le vecchie mura medievali lungo la Giovecca a nord e il quartiere di Santa Maria in Vado.
Palazzo  Bonacossi

L’edificio, semplice ed austero, si distingue per la torre merlata al centro. Il primo ampliamento, la creazione del cortile interno, venne commissionato da Gurone d’Este a Girolamo da Carpi nel 1535. L’aspetto attuale risale alla seconda metà del Cinquecento quando fu unito alla vicina Palazzina Marfisa d’Este. Nel 1643 la proprietà passò ai conti Bonacossi ai quali si deve l’apertura delle finestre attuali e l’inserimento dei balconi oltre alle decorazioni interne di epoca barocca e neoclassica. Il palazzo è sede dei Musei Civici d’Arte Antica. Inoltre all'interno, nell'ambito di un percorso espositivo che dà visibilità al consistente patrimonio storico e artistico conservato presso i musei ed ancora poco conosciuto, è allestita la preziosa collezione Riminaldi che costituisce uno dei nuclei più rappresentativi dei Musei Civici di Arte Antica di Ferrara.

Dal 3 ottobre 2014 al 30 agosto 2015 in esposizione nelle sale del palazzo la mostra:
Aspettando Schifanoia... si espone a Bonacossi>>

Orari

Lun. 9.00 - 13.00.
Da martedì a venerdì 9.00-18.00.

Giorni di chiusura

  • Domenica
  • Sabato

Tariffe

Ingresso gratuito.

Contatti

Ferrara - Via Cisterna del Follo, 5

Come arrivare

A piedi: 20 minuti dal Castello Estense
In autobus: n° 6 da viale Cavour e dal Castello Estense, fermata Alfonso d'Este (circa 200 mt).
Raggiungibile in auto.

ultima modifica 29/03/2017 13:33
Chiudi menu
Informazioni turistiche