Sezioni

Santuario della Madonna della Pioppa

Isolato dalla borgata e preceduto da un verde filare di pioppi, sorge il Santuario della Madonna della Pioppa, che conserva ancora oggi, come un tempo, i caratteri di raccolta intimità nel silenzio della campagna.
Santuario della Madonna della Pioppa

Il piccolo Santuario di Ospitale è l'evoluzione architettonica di un capitello eretto nel 1680 sul luogo in cui la Madonna apparve ad una giovane sordomuta.

All'apparizione venne collegato il ritrovamento, su di un pioppo, di un'immagine della Madonna di Loreto dipinta su legno e per questo detta Madonna della Pioppa. La tradizione e gli scritti storici, fissano questo evento tra la fine del secolo XVI e gli inizi del XVII. Il primo storico ad interessarsi del miracolo è M.A. Guarini il quale nella sua importante pubblicazione sulle chiese di Ferrara, risalente al 1621, riferisce che nella parrocchia di Ospitale, si venerava una immagine di Maria dispensatrice di molte grazie.

Un documento redatto nel XVIII secolo dal parroco don Giacomo Facci riferisce solamente che l'immagine della Vergine di Loreto, dipinta sopra una tavoletta di legno, viene detta della Pioppa perché stava appesa ad un pioppo della possessione di proprietà della famiglia Forni, situato sul fosso che
costeggiava la strada che congiungeva Ospitale alla borgata di Settepolesini.

Nello stesso documento viene riportata la testimonianza orale di un'anziana del paese che descrive la grande affluenza della gente del luogo e di forestieri al piccolo capitello che venne successivamente
eretto per la venerazione della immagine. "La venerazione e il concorso dei fedeli a questa Immagine sino d'allora in quel luogo sequestrato e deserto d'ogni allettativo è un fatto, un effetto che richiede una causa: la causa fu o questo o qualche altro miracolo. Dal niente, niente avviene." (V.Santini 1870)

Info: www.ospitale.it

Clicca qui per vedere il video della riapertura del santuario

 

"...una grazia miracolosa, la cui memoria passando di generazione in generazione, conservasi ancora, destò il culto e il concorso all'Immagine della Madonna. Presso la pioppa ad una fanciulla sorda e muta comparve Maria stessa in abito di nobile matrona, e cosi le parlò - Dirai a tuo padre che venga a farmi ombra e riparo perché al sole mi scotto e alla pioggia mi consumo- La fanciulla, aggraziata istantaneamente dell'udito e della favella, corse e riferì al padre quanto aveva veduto e sentito. La divozione dei fedeli a Maria qual salute degli infermi, dinanzi a quella Immagine inaugurata da tale prodigio, ottenne in seguito senza dubbio altre grazie di guarigioni ed aiuti straordinari; perché sul principio del 1600 appena l'Ospitale fu eretto Parrocchia (smembrato da Sette Polesini nel 1595) lo storico delle Chiese Parrocchiali Antonio Guarini, parlando dell'Ospitale aggiunge queste precise parole: Avvi in essa Parrocchia un Imagine di Maria che di continuo opera quivi infinite grazie. La venerazione e il concorso dei fedeli a questa Immagine sino d'allora in quel luogo sequestrato e deserto d'ogni allettativo è un fatto, un effetto che richiede una causa: la causa fu o questo o qualche altro miracolo. Dal niente, niente avviene."
- V.Santini 1870 -

Contatti

Ospitale - Via Madonna della Pioppa, 44012
ultima modifica 19/12/2019 15:25
Chiudi menu
Informazioni turistiche