Sezioni

Certosa

Il monastero fu costruito fra il 1452 e il 1461 dal duca Borso, che con questo gesto voleva sottolineare la sua sempre ostentata religiosità. Come tutti i complessi certosini, fu costruito in un luogo allora appartato ed ebbe grandi dimensioni, che si possono ancora, in parte, ammirare.
Certosa
Certosa

Per ordine del duca Ercole I, successore di Borso, il luogo fu arricchito dalla costruzione della chiesa di San Cristoforo. Allontanati i religiosi a seguito delle soppressioni del governo napoleonico, il monastero, all'inizio del XIX secolo, fu scelto come sede del nuovo cimitero cittadino e subì pesanti cambiamenti. Il visitatore è accolto oggi da due lunghi porticati in marmo e cotto, disposti in forma quasi semicircolare ai lati della chiesa, quasi ad abbracciare coloro che arrivano. Come molti altri cimiteri monumentali d'Italia, la Certosa presenta un notevole interesse per la storia della scultura dell'800 e 900, oltre che per la sua suggestiva dislocazione.

Orari

L'accesso al cimitero monumentale è aperto tutti i giorni: inverno (novembre, dicembre, gennaio) 7.00-17.00; estate 7.00-19.00.
Il tempio di San Cristoforo è chiuso.

Contatti

Ferrara - Via Borso, 1

Come arrivare

A piedi: 20 minuti dal Castello Estense
In autobus: n° 4c dalla stazione ferroviaria, e 3c dal centro, fermata Porta Mare Ariostea (circa 250 mt).
Raggiungibile in auto.
Mappa di google

ultima modifica 14/08/2017 16:07
Chiudi menu
Informazioni turistiche