Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni

Bestiario sonoro

Musica

Voci e strumenti tra cacce, chansons, ariette e madrigali: immagini e ascolti con forte valenza simbolica, che hanno come tema l’ambiente e gli animali nella loro rappresentazione artistica
Immagine dell'evento
Prendendo spunto dal saggio di Michel Pastoureau “Bestiari del Medioevo”, il progetto, attraverso la modalità del laboratorio, intende riflettere sull’importanza e la valenza simbolica che gli animali hanno rivestito nella miniatura e nella pittura occidentali e, di concerto, nella musica, dall’Ars Nova del tardo Trecento sino ad arrivare alla musica strumentale dei tempi moderni.

La finalità è divulgare le tele della Pinacoteca, focalizzando l’attenzione su alcuni temi specifici e soffermando lo sguardo su particolari come, appunto, gli animali. La modalità “laboratoriale” degli incontri – che prenderanno spunto ogni volta da una tela diversa – consentirà ad un gruppo ristretto di persone di entrare in contatto con le opere, di cui verranno analizzate e spiegate le valenze allegoriche e morali degli animali dipinti, e fruire di ascolti musicali mirati e scelti.

Si cercherà di dare vita ad una sorta di “bestiario” artistico/sonoro della Pinacoteca, con rimandi specifici al mondo della musica, dove sin dall’Ars Nova trecentesca sono tanti gli esempi legati al mondo animale: creature fantastiche, reali, simboliche e allegoriche, che rimandano alle virtù e alle debolezze umane.

Il progetto si realizza in collaborazione con l’Associazione Culturale Bal’danza.

Programma

Gli incontri, sono suddivisi in due parti: una prima parte, affidata al curatore della Pinacoteca, Marcello Toffanello, in cui si analizza la simbologia degli animali nelle tele della Pinacoteca;  una seconda parte in cui il musicologo Nicola Badolato introduce il tema musicale, spaziando dall’Ars nova italiana e francese del Trecento alle chansons cinquecentesche di Clément Janequin, ai madrigali di Adriano Banchieri, ai salmi di Andrea Gabrieli sino ad arrivare al Novecento di  Olivier Messiaen.

Il calendario dei laboratori è il seguente: (E’ obbligatoria la prenotazione)

Sabato 23 ottobre
Sabato 6 novembre
Sabato 20 novembre
Sabato 4 dicembre

A conclusione del progetto, domenica 16 gennaio alle ore 16.00 nel Salone d’Onore della Pinacoteca si terrà un concerto affidato all’ensemble La Reverdie – gruppo vocale-strumentale italiano che esegue musiche polifoniche medioevali e rinascimentali – che riassumerà alcuni dei temi trattati nei laboratori: il concerto, dal titolo “Bestiarium. Animali nella musica medievale” sarà infatti un suggestivo viaggio nella musica trecentesca, dalle cacce ai madrigali, dalla musica polifonica a quella strumentale.

Dove

Pinacoteca Nazionale di Ferrara - Palazzo dei Diamanti

Quando

23 ottobre; 6 e 20 novembre; 4 dicembre 2021; 16 gennaio 2022

Orari

ore 17.00

Tariffe

6€, ridotto 2€; gratuito per i minori di 18 anni).

Contatti

Pinacoteca Nazionale - Corso Ercole I d'Este 21 - Ferrara
telefax 0532 204857
Azioni sul documento
ultima modifica 21/10/2021 12:17
Ricerca eventi
Chiudi menu
Informazioni turistiche