Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni

I due Portaroli di Giacomo Ceruti

Mostre

Si tiene dal 10 luglio al 4 ottobre la mostra 'Guardami! Sono una storia…I Portaroli del Pitocchetto', prima di una serie di tre mostre dossier previste presso la Pinacoteca Nazionale di Ferrara
Immagine dell'evento

Le mostre propongono una riflessione approfondita su singole opere provenienti da musei italiani, invitando il pubblico ad osservarle di volta in volta accuratamente e a conoscere il lavoro di studio, organizzazione scientifica e comunicazione culturale nell’ambito museale ed universitario.

Il progetto, organizzato in partenariato con la Rete dei Musei Nazionali, in particolare la Pinacoteca di Brera, le Gallerie Nazionali di Arte Antica - Galleria Corsini di Roma e i Musei Reali di Torino è frutto della collaborazione fra le Gallerie Estensi e il Laboratorio DiDiArt del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Ferrara.
Alle fasi di ricerca, progettazione e organizzazione hanno partecipato giovani studiosi e studenti di UniFe con la supervisione dei funzionari delle Gallerie Nazionali e di alcuni componenti del Comitato Scientifico del Laboratorio. Gli studenti hanno avuto modo di accostarsi alla vita del museo e di studiare a contatto diretto con chi da anni lavora alle Gallerie e ha messo generosamente a disposizione la propria esperienza.
Questi piccoli eventi espositivi sono nati per insegnare al pubblico a rallentare lo sguardo. Sono anche l’occasione per formare dei curatori in erba. Infatti la mostra è curata dagli studenti del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Ferrara, che ne hanno seguito ogni fase, dall'allestimento alla scrittura dei testi, dalla comunicazione alla didattica e hanno avuto occasione di apprezzare da vicino il lavoro di studio, organizzazione scientifica e comunicazione culturale che il museo impone”.
La prima delle tre occasioni espositive vede protagonisti dal 10 luglio i due Portaroli realizzati negli anni Trenta del Settecento da Giacomo Ceruti, detto il Pitocchetto, dalla Pinacoteca di Brera. Le opere, riconosciute come il punto più alto della produzione a soggetto pauperistico del pittore, raffigurano due giovani pitocchi, ragazzi di strada impiegati in umili lavori, figure chiave dell’originale accezione di “pittura della realtà” del grande artista, che si inserisce nella tradizione del naturalismo lombardo, con un’attenzione al modello in grado di creare quasi un nuovo genere pittorico sospeso fra la scena popolare e il ritratto.

Dove

Ferrara - Pinacoteca Nazionale presso Palazzo dei Diamanti, Corso Ercole I d'Este, 21

Quando

Dal 10 luglio al 4 ottobre 2020

Orari

Da martedì a domenica 10.00-17.30. Chiuso lunedì.

Giorni di chiusura

  • Lunedì

Tariffe

Ingresso: 6€ intero, 2€ ridotto (18-25 anni).

Gratuito per minori di 18 anni. Possessori My Fe Card.

Gratuito

  • Fino a 18 anni
  • Scuole
  • Guide turistiche
  • Giornalisti
  • Militari
  • Persone diversamente abili con accompagnatore

Contatti

Pinacoteca Nazionale - Corso Ercole I d'Este 21 - Ferrara
telefax 0532 204857

Accessibilità

Ai portatori di handicap e a un loro familiare o ad altro accompagnatore è concesso l'ingresso gratuito e prioritario. La biglietteria è collocata al piano terra  ed è priva di barriere. Sempre al pianoterra sono presenti servizi igienici per disabili. Un adeguato ascensore permette di accedere alla Pinacoteca nazionale, al piano nobile.

Azioni sul documento
ultima modifica 26/07/2020 17:08
Ricerca eventi
Chiudi menu
Informazioni turistiche