Sezioni

Cinema Boldini

Cinema, video

Programmazione settimanale e rassegne tematiche alla sala Boldini
Immagine dell'evento

Il Complesso Boldini è stato progettato e ideato dall'ingegnere del Comune Carlo Savonuzzi ed eretto fra il 1935 e il 1939 dove un tempo si ergevano gli ambienti dell'ex ospedale cittadino S. Anna. Rientra nelle opere denominate "Addizione Novecentesca".

Il Complesso Boldini è costituito da un unico corpo principale al quale si accede tramite un piccolo giardino circondato da alte mura in cemento dipinte di arancione. Al suo interno si trovano spazi destinati ad iniziative culturali, manifestazioni, proiezioni e convegni. La sala al primo piano svolge anche la funzione di cinema proiettando film d'essai e rassegne.

Programma

Programmazione Cinema Boldini dal 23 al 29 maggio
da giovedì 23 maggio:
SARAH E SALEEM - LÀ DOVE NULLA È POSSIBILE, regia di Muayad Alayan (Palestina,Germania,Paesi Bassi, 2018 - 127')
giovedì 23 maggio, ore 21.00 - v.o. sott. ita
venerdì 24 maggio, ore 21.00
sabato 25 e domenica 26 maggio, ore 18.00 - 21.00
Sarah è una ragazza israeliana che gestisce un bar a Gerusalemme, ha una figlia piccola di nome Flora e un marito che lavora nell'esercito. Saleem, invece, è palestinese e nella vita fa il fattorino, ha una moglie incinta e tanti problemi economici e stenta ad arrivare a fine mese. Sarah e Salem s'incontrano casualmente, fra i due scatta un colpo di fulmine, si piacciono e intraprendono una relazione clandestina che si consuma con cadenza settimanale nel furgone di lui. Questa storia d'amore segreta, tuttavia, non è destinata a continuare a lungo. Dopo una rissa avvenuta in un pub a Betlemme, scoppia una vera e propria bomba politica che coinvolgerà anche le vite dei due amanti. In una Gerusalemme divisa a metà, la loro storia va ben oltre il privato e farsi vedere in pubblico rappresenta un pericolo.
____________________
martedì 28 maggio, ore 21.00
ingresso libero
DOC in TOUR - Documentari in Emilia Romagna
Torna, per il tredicesimo anno, DOC in TOUR – Documentari in Emilia Romagna, la rassegna che porta in 26 sale d’essai del circuito Fice nove documentari realizzati da autori e/o produzioni dell’Emilia Romagna.  Un’iniziativa unica nel panorama nazionale, per durata e numero di passaggi, una vetrina delle migliori opere documentarie che raccontano la ricchezza produttiva di una regione.  Nella provincia di Ferrara, punto di riferimento è il Cinema Boldini, che nel mese di maggio ha ospitato parte delle proiezioni in rassegna. Il ciclo di appuntamenti si chiuderà martedì 28 maggio con tre documentari: DA TELETORRE 19 È TUTTO! , ARCHIVI MAZZINI - IL LATO NASCOSTO DELLA MODA , SCUOLA IN MEZZO AL MARE.
> DA TELETORRE 19 È TUTTO!, regia di Vito Palmieri
(Italia, 2018 - 15')
A metà strada tra fiction e documentario, il film racconta dell'unico caso italiano di televisione condominiale: Teletorre 19, così chiamata dal nome dell'immobile in cui ha sede, la Torre 19 di via Casini 4, a Bologna. Teletorre trasmette dal 2001 grazie all'ingegnere Gabriele Grandi, al quale venne l'idea di collegare alla centralina dell'antenna l'uscita del suo videoregistratore...funziona! Il tempo di una riunione di condominio e tutti i 72 appartamenti hanno il proprio canale autogestito via cavo.
__________________
> ARCHIVI MAZZINI - IL LATO NASCOSTO DELLA MODA, regia di Mauro Bartoli (Italia, 2017 - 27')
Gli Archivi Mazzini sono la più grande collezione al mondo di vestiti, dal '900 al contemporaneo, di tutti i generi: abiti di alta moda e sartoria, vestiti da lavoro, divise militari, sportivi... tutto entra a far parte degli Archivi. Iniziata per passione da Attilio Mazzini negli anni '70, nel tempo la raccolta è aumentata fino a superare i 400.000 pezzi. Oggi gli Archivi Mazzini sono diventati punto di riferimento per gli stilisti di tutto il mondo, che qui vengo a fare le ricerche per creare le nuove collezioni.
___________________
> SCUOLA IN MEZZO AL MARE, regia di Gaia Russo Frattasi (Italia, 2018 - 73')
Il territorio di Stromboli è unico: il vulcano erutta più di venti volte al giorno e gli abitanti lo chiamano rispettosamente “Iddu”, “Lui”. A dispetto della paradisiaca facciata estiva, ogni inverno la comunità ingaggia la sua lotta con il maltempo e gli abitanti sperimentano solitudine ed isolamento. Carolina Barnao ha riunito i genitori nell'Associazione Scuola in mezzo al mare per fornire risposte ai problemi di discontinuità educativa sull'isola. La comunità si è auto-organizzata con lezioni non convenzionali e tenta di vincere un bando per la didattica a distanza. La posta in palio è lo spopolamento dell’isola stessa.
____________________
mercoledì 29 maggio, ore 21.00 - v.o. sott. ita
ANCORA UN GIORNO, regia di Raùl de la Fuente, Damian Nenow (Polonia,Germania,Belgio,Ungheria, 2018 - 85')
ingresso 5 euro
Nel 1975, in piena Guerra Fredda, i portoghesi lasciano le colonie africane. L'Angola, però, non è un territorio facile, il petrolio fa gola, e il paese è spaccato in due. Tra i sostenitori dell'MPLA, il movimento di liberazione marxista-leninista, e quelli dell'UNITA, sostenuti dagli Stati Uniti, scoppia la guerra civile e il conflitto monta rapidamente su scala internazionale. Ryszard Kapuściński, giornalista della Polonia socialista, è lì, nel mezzo dell'assedio di Luanda, dove infuriano il caso e la paranoia, la "confusão", e dove ama essere, perché quella è la sua missione. Convincerà i suoi superiori a lasciargli tentare di raggiungere il fronte meridionale, dove il generale Farrusco, con un manipolo di pochi uomini, sta portando avanti una resistenza che ha dell'incredibile.

Dove

Ferrara - Sala Boldini, via Previati 18

Quando

Dal 23 al 29 maggio 2019

Tariffe

a pagamento, salvo diversa indicazione

Contatti

Arci Ferrara - Via della Cittadella 18/A
Azioni sul documento
ultima modifica 23/05/2019 10:34
Ricerca eventi
Chiudi menu
Informazioni turistiche