Sezioni

Museo Civico di Belriguardo

La reggia estiva estense di Belriguardo ospita il Museo Civico, istituito ufficialmente nel 2001 ed originariamente suddiviso in tre aree espositive: archeologica, rinascimentale e d'arte moderna, con spazi didattici di servizio per le scuole. Dal 2014 il Museo è stato ulteriormente arricchito da una nuova sezione di Archeologia Industriale.
Museo Civico di Belriguardo

Sezione Archeologica

La Sezione Archeologica del Museo si trova nel corpo centrale dell’ex reggia estense, sotto il Salone delle Bifore; la collezione (di proprietà statale) è stata recentemente ampliata grazie all’ingresso dei reperti di Fondo Tesoro, area dove è stato rinvenuto l’antico abitato di Voghenza romana imperiale, parzialmente esplorata con gli scavi degli anni ’80 del secolo scorso. Questi reperti, assieme a quelli della vicina necropoli romana, offrono al visitatore uno straordinario spaccato reale della vita quotidiana e del rituale funerario di allora.

Sezione Rinascimentale

La Sezione Rinascimentale del Museo è ospitata nell’unico ambiente che serba testimonianze pittoriche pervenuteci dal regale passato di Belriguardo: la Sala della Vigna, decorata da file di cariatidi che sorreggono un loggiato, attraverso le cui prospettive si scorgono splendidi paesaggi. La sala ospita una pregevole raccolta di ceramiche ferraresi dal XIV al XVII secolo reperite nel territorio ed una serie di materiali provenienti da una fossa da butto Rinascimentale rinvenuta a Belriguardo. E’ anche sede di mostre temporanee.

Sezione arte Moderna

La Sezione Arte Moderna comprende la Sala Giuseppe Virgili e spazi per mostre artistiche temporanee. Giuseppe Virgili (Voghiera 1894 -Bologna 1968), direttore dell’Istituto d’Arte Dosso Dossi di Ferrara, fu uno dei principali maestri dell’Arte ferrarese del ‘900 e Voghiera, sua città natale, ha voluto dedicargli questa sala permanente. Molte importanti opere del Maestro si trovano in altri Musei e luoghi pubblici.

Archeologia industriale

La Sezione di Archeologia Industriale e stata inaugurata nel dicembre 2014. L’esposizione occupa alcuni spazi adiacenti alla torre d’ingresso di Belriguardo; sono esposti oggetti di uso quotidiano e domestico prodotti esclusivamente da Aziende metallurgiche ferraresi dalla fine dell’Ottocento alla metà del Novecento.

Documenti correlati

  • Delizia Estense di Belriguardo
    La Delizia di Belriguardo sorse per volere di Niccolò d'Este nel 1435. Fu la prima delle celebri residenze estensi ad essere edificata fuori dalle mura di Ferrara e rimase sempre la più ricca e sontuosa.

Orari

Da giovedì a domenica
9.30-12.00; 15.30-19.00. Durante la settimana: su prenotazione per gruppi e scuole.
La Sala della Vigna è visitabile negli orari di apertura del Museo Archeologico.

Tariffe

Intero: 5,00 euro.
Ridotto: 2,00 euro (disabili, scolaresche, studenti, ragazzi fino a 18 anni, insegnanti e giornalisti)

Contatti

Voghiera - Via Provinciale, 274

Come arrivare

In auto: da Ferrara Raccordo Autostradale Ferrara-Porto Garibaldi, uscita per Gualdo; proseguire seguendo le indicazioni per Voghiera.
In autobus: linea extraurbana 2400 Ferrara-Longastrino, fermata di Voghiera, di fronte alla Delizia.

44° 45 12 N / 11° 45 23 E

ultima modifica 03/11/2016 12:01
Chiudi menu
Informazioni turistiche