Sezioni

Filippo De Pisis

Pittore

Filippo de Pisis, nome d’arte di Luigi Tibertelli, scelto per ricordare l’antenato Filippo da Pisa condottiero del XV secolo, coltivò sin dalla giovane età gli interessi più diversi.
Filippo De Pisis

La sua carriera artistica lo vede nascere innanzitutto come poeta e romanziere e tale si sentirà per tutta la vita. Dopo avere frequentato l’università e l’ambiente bolognese, nel 1917 incontra a Ferrara i padri del movimento della Metafisica: De Chirico, Savinio e Carrà. Nel 1920 si trasferisce a Roma e qui matura la sua decisione di diventare pittore; il trasferimento a Parigi nel 1925 segna la svolta nella sua carriera pittorica, grazie anche allo studio dei grandi ottocentisti francesi, degli impressionisti e dei contemporanei. A Parigi dipinge en plein air animate vedute cittadine pulsanti di vita, ritrae modelli nel suo studio, registra nelle sue inimitabili nature morte le emozioni che gli trasmettono gli oggetti più disparati. Allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale rientra in Italia dove lavora a Milano e a Venezia. Gli anni a partire da l948 sono contrassegnati dall’avanzare della malattia che nei momenti di tregua, anche nelle cliniche in cui verrà ricoverato, darà vita ad ulteriori brani di poesia pittorica di altissimo livello.

Luoghi dell'autore

Ferrara - Palazzo Tibertelli, via Mortara 61
Palazzo signorile con giardino interno, di proprietà privata.

Ferrara – Palazzo Massari, corso Porta Mare 9
Vi ha sede il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea Filippo de Pisis, che possiede la più ricca collezione al mondo di opere dell’artista.

ultima modifica 13/10/2015 08:11
Chiudi menu
Informazioni turistiche