Sezioni

Aroldo Bonzagni

Pittore

Aroldo Bonzagni (1887-1918) nacque a Cento. Nel 1903 si trasferì con la famiglia a Milano, dove si iscrisse all’Accademia di Brera. I suoi professori furono Cesare Tallone e Giuseppe Mentessi; i suoi compagni di studio Carlo Carrà, Achille Funi, Aldo Carpi, Leonardo Dudreville, Anselmo Bucci e Carlo Erba.
Aroldo Bonzagni

Amico di Boccioni, firmò la prima edizione del ‘Manifesto dei pittori futuristi’ (1910), ma se ne staccò nell’estate dello stesso anno e fu sostituito da Giacomo Balla.
La sua arte, come notò Boccioni in una lettera a Severini dell’agosto 1910, si distaccava dal divisionismo tipico del primo Futurismo e si avvicinava a una pittura più asciutta ed espressiva, vicina alle poetiche dello Jugendstil e della Secessione viennese. Fu abile ritrattista e sensibile interprete del paesaggio, ma i suoi documenti migliori rimangono le scene di vita e di costume del suo tempo, interpretati con sentimento satirico e di umana partecipazione.
All’attività di pittore affiancò quella di disegnatore e illustratore (cartelloni pubblicitari, illustrazioni di libri, figurini di moda, caricature di taglio politico). Nel 1912 collaborò con ‘L’Avanti della Domenica’ e più tardi con le più note riviste dell'epoca, realizzando tavole di feroce satira politica. In seguito all’entrata in guerra dell’Italia infatti Bonzagni svolse un intenso lavoro di propaganda antigermanica.
Molto stimato nell'ambiente intellettuale milanese e dalla critica ufficiale, vinse numerosi premi tra cui, nel 1910, la medaglia di bronzo con l’opera Una festa del Settecento all'Esposizione Internazionale di Bruxelles.
In seguito partecipò a numerose esposizioni in Italia e all’estero.
Colpito dall’epidemia di febbre spagnola, il 30 dicembre 1918 si spense a Milano a soli 31 anni, proprio mentre stava preparando una sua importante mostra personale.

Luoghi dell'autore

Cento - Galleria d’Arte Moderna ‘Aroldo Bonzagni’
Piazza Guercino 39
La galleria intitolata all’artista possiede una ricca collezione di sue opere pittoriche e grafiche.

Ferrara – Palazzo Massari, Corso Porta Mare 9
Nel Museo d’Arte Moderna e Contemporanea Filippo de Pisis si trovano alcune opere di Bonzagni.

ultima modifica 13/10/2015 10:29
Chiudi menu
Informazioni turistiche