Sezioni

Le sale dei Giochi

Sala dei giochi.jpg
Le sale dei Giochi
Gli ambienti del piano nobile affrescati per volere di Alfonso II, noti come Saletta dei Giochi e Salone dei Giochi, presentano insieme alla bella Sala dell'Aurora, una complessa iconografia legata da un sottile filo conduttore. Nella saletta dei Giochi il soffitto è decorato, al centro, con il Girotondo delle Quattro Stagioni, e tutt’intorno da affreschi con scene di “giochi” dell’antica Roma. Sulla parete lunga interna il Gioco degli Otri (dedicato a Bacco); di fronte si trova la Lotta con i Cesti, in cui i contendenti avevano attorno alle mani fasciature dette “cesti”. Sulle due pareti corte sono rappresentate lotte di gladiatori. In basso, scene di giochi infantili nello stile pittorico dell’antica Roma. L'adiacente sala d’onore dell’Appartamento dello Specchio era destinata ad intrattenimenti quali concerti o giochi. Il soffitto è diviso in undici riquadri, ciascuno contenente una scena di sport, secondo il gusto del duca Alfonso II. I più pregevoli, sul lato del cortile, sono opera di Bastianino e rappresentano, da sinistra, la lotta libera, il lancio delle pietre e la lotta greco-romana. Gli atleti sono nudi in omaggio alle tradizioni dell’antica Grecia. Sempre di Bastianino è il nuoto, sulla parete corta accanto alla lotta greco-romana.
ultima modifica 30/08/2012 10:39
Chiudi menu
Informazioni turistiche