Sezioni

Riaperture Festival di Fotografia

Premi, concorsi

Riaperture, il Festival di fotografia a Ferrara, sta per tornare. Il tema della seconda edizione sarà ‘Reale‘.
Immagine dell'evento

REALE

La fotografia è l’essenza della realtà e la sua negazione. Quanto di più vero possa essere prodotto, perché la fotografia è la riproduzione della realtà, senza alterazioni. Quanto di più falso possa essere realizzato, perché la fotografia è anche immobile, artificiale, filtrata, riproducibile. Riaperture riparte dal Reale: la seconda edizione del festival di fotografia a Ferrara indagherà tutte le contraddizioni dell’esistente. Reale è la cruda e onesta raffigurazione di ciò che accade nelle nostre vite. Reale è il falso progettato dall’autore che diventa tangibile, vivo e dunque realtà nel momento dello scatto. Reale è la sensazione che la fotografia scaturisce in chi la guarda, e dalle pareti non escono alieni ma domande, reazioni sottocutanee e cerebrali, emotive: l’indagine costante dell’osservare, l’ossessione meticolosa di assorbire tutte le possibilità di un’immagine, ridandole ulteriore vita dopo che l’autore ha congelato l’istante. Reale è la visione del fotografo, che può decidere di costruire interamente la scena, ma implementando un mondo tutto suo, dunque autentico nella sua onestà artistica. Reale è il saper prendere posizione: la fotografia illumina le nostre identità, a seconda di come reagiamo.

 

Riaperture è il festival della fotografia che riapre gli spazi chiusi di Ferrara: luoghi comuni perché appartengono alla comunità, siano essi privati o pubblici, legati dal destino di far parte della storia comune di una città. Spazi che hanno un vissuto alle loro spalle, che hanno avuto mille usi e scopi diversi, che assumono durante il festival la stessa funzione: diffondere immagini. Non sono musei, non sono luoghi pensati per diventare sedi espositive: sono spazi terribilmente reali nel ricordarci le nostre inadempienze da cittadini, il loro abbandono, e nel saperci infondere proprio nel reale una nuova linfa, quando sappiamo rigenerarli e rilanciarli. Lontano da ogni retorica della rappresentazione, Riaperture è il festival che porta storie “vere” in luoghi “veri”. Reali. Porta la realtà tra le mani di chi guarda, senza spiegarla, sussurandola o sognandola o sbattendola in faccia allo spettatore. Tutto è reale: gli spazi del festival, che non sono cartoline ma circostanze intimamente correlate alle nostre vite, passate, presenti o future. Tutto è reale: le intenzioni dell’autore, i risultati dell’opera, le nostre reazioni emotive.

 

Reale è l’indagine costante della fotografia: profonda, costante e meticolosa ricerca di tutte le possibilità della vita. La seconda edizione di Riaperture inizia con un dubbio: abbiamo esplorato davvero tutte le possibilità di un elemento, una situazione, un problema? Conosciamo tutte le possibili reali soluzioni? Ogni mezzo di indagine è lecito: la surrealtà non nega la realtà ma anzi la sostituisce, la rispecchia, la ricrea ancora più vera. La realtà smette di essere reale se distogliamo lo sguardo: luoghi chiusi diventano miti, leggende e poi oblio. Riaprirli significa riportarli alla realtà. La realtà è liquida, è lo spazio circostante che si modifica nel dialogo con gli allestimenti, assumendo nuove forme che ne rendono, ora sì, viva la sua percezione. Dietro una foto appesa o una porta chiusa, alla fine di un progetto fotografico o di due weekend di un festival, ci sono state e ci saranno sempre e solo domande. Da portare con sé nella realtà di tutti i santi giorni: ma che cosa stiamo guardando?

Programma

In programma mostre, workshop, letture portfolio, incontri e tanto altro. Ferrara aprirà alla fotografia luoghi nascosti, dimenticati, segreti.
Mostre a palazzo Prosperi Sacrati, ex drogheria Bazzi, Palazzo Massari e Casa Niccolini. Saranno presenti in mostra al festival: Letizia Battaglia, Francesco Zizola, Oleg Oprisco, Antonio M. Xoubanova, Arimasa Fukukawa, Stuart Paton, Roberto Boccaccino, Camilla de Maffei, Marco Sconocchia, Nicolas Bruno, Arianna M. Sanesi, Alessandro Ruzzier e Lele Marcojanni.
E solo online il biglietto d’ingresso costa 10€.

Il programma completo è pubblicato sul sito.

Programma mostre
Letizia Battaglia - Fotografie (Palazzina Cavalieri di Malta)
Francesco Zizola - In the same boat (ex drogheria Bazzi)
Oleg Oprisco - Personale (Chiesa di San Giuliano)
Antonio M. Xoubanova - Graffiti (Casa Niccolini)
Arimasa Fukukawa - Triny (Palazzo Prosperi Sacrati)
Stuart Paton - Ersatz (negozio via Cortevecchia)
Roberto Boccaccino - Potenza 100 (Factory Grisù)
Camilla de Maffei - Delta (Palazzo Massari)
Marco Sconocchia - We could be heroes (Factory Grisù)
Nicolas Bruno - Parasomnia (negozio via Cortevecchia)
Arianna M. Sanesi - I would like you to see me (Casa Niccolini)
Alessandro Ruzzier - Custodia (Palazzina Cavalieri di Malta)
Lele Marcojanni con Riaperture - Agenzia Luce (Palazzina Cavalieri di Malta)
Concorso nazionale (Factory Grisù)
I.C. Cosmè Tura Ferrara - Autoritratti oggettivi (progetto scuole) (Casa Niccolini)

Bio e abstract delle mostre: www.riaperture.com/festival/mostre

Foto in alta risoluzione di alcune delle opere degli artisti sono scaricabili all'indirizzo: www.riaperture.com/file/riaperture2018-autori.zip

Luoghi del festival
Factory Grisù, via Poledrelli 21
Palazzo Prosperi-Sacrati, corso Ercole d'Este 23
ex Bazzi e Coloniali, piazza Municipio 18-22
Palazzo Massari, corso Porta Mare 7-9
Palazzina Cavalieri Di Malta, corso Porta Mare 7-9
Casa Niccolini, via Romiti 11-13-15
Ex negozio via Cortevecchia, via Cortevecchia 18 b/c
Chiesa San Giuliano, piazza della Repubblica

ASSOCIAZIONE RIAPERTURE
Via Ortigara, 13 +39 335 7571281. 
stampa@riaperture.com

Dove

Ferrara - Sedi Varie

Quando

6, 7, 8; 13, 14, 15 aprile 2018

Url dell'evento

http://riaperture.com/

Tariffe

Intero 13€ / Ridotto 10€*
*online, soci Riaperture, IBS+Libraccio, Arci, ACIS, Ferrara Off, YoungerCard, MyFe Card, studenti, over 65, disabili e accompagnatori. Ingresso gratuito per i bambini fino a 13 anni. In biglietteria verrà consegnato un braccialetto che darà l'accesso a tutte le mostre per i tre giorni del festival. Coloro che torneranno nel 2° weekend sprovvisti di braccialetto, possono riaccreditarsi in biglietteria presentando documento d'identità.

Tutti gli eventi a pagamento non inclusi nel biglietto sono segnalati nel programma.
Biglietteria e infopoint: Factory Grisù (via Poledrelli 21) - Ex drogheria Bazzi (piazza Municipale).
Per info: Fabio Zecchi, tel. 348 92115311, email stampa@riaperture.com

Azioni sul documento
ultima modifica 04/04/2018 09:50 — scaduto
Ricerca eventi
Chiudi menu
Informazioni turistiche